Via Rossini, 10 - 87036 Rende (CS) 0984 46 71 71 info@rcn101.it

Tumori, un interruttore insospettato scatena le metastasi - Radio Cosenza Nord

    Ti trovi qui!
  • Home
  • Notizie Tumori, un interruttore insospettato scatena le metastasi

Tumori, un interruttore insospettato scatena le metastasi

E’ una proteina, la scoperta apre la strada a nuove terapie

E’stato scoperto un possibile meccanismo di innesco delle metastasi finora insospettabile: è una molecola che normalmente accompagna e regola lo sviluppo 3D delle proteine, ma che quando è sotto stress fugge all’interno della cellula tumorale e penetra nel nucleo, stimolandola a diventare più mobile e invasiva.

La scoperta, pubblicata sulla rivista Acs Nano, è definita ‘inaspettata’ dagli stessi autori della ricerca, guidati da Amy Lee dell’Università della Southern California.

“Al centro di questo studio c’è una specifica molecola denominata Grp78 che fa parte delle cosiddette chaperone, ossia delle molecole che fungono, come suggerisce lo stesso nome che deriva dal francese, da accompagnatori”, ha detto all’ANSA il biologo cellulare Giorgio Scita, dell’Istituto Fondazione di Oncologia Molecolare Ifom e dell’Università di Milano. Si tratta di molecole che si trovano nella parte della cellula esterna al nucleo, il citoplasma, e permettono alle proteine appena prodotte di maturare e sviluppare la struttura tridimensionale corretta.

“Ma può avvenire – ha aggiunto Scita – che un evento di stress, ad esempio una forte richiesta nutrizionale che mette sotto pressione l’intero reticolo citoplasmatico tipica in una cellula tumorale, spinga la Grp78 a migrare e cambiare la propria funzione”. Può avvenire infatti che la Grp78 abbandoni il citoplasma e si trasferisca all’interno del nucleo, dove risiede il genoma. Qui la sua attività modifica quella dell’intera cellula tumorale, inducendola a replicarsi con maggior frequenza e ad aumentare le mobilità, facilitando così l’insorgenza di metastasi.

ANSA

Lascia un commento