Via Rossini, 10 - 87036 Rende (CS) 0984 46 71 71 info@rcn101.it

Cassano allo Ionio: Papasso chiede un finanziamento da 10 milioni di euro a Occhiuto per l’acquedotto e le reti di Marina di Sibari. - Radio Cosenza Nord

    Ti trovi qui!
  • Home
  • Attualità Cassano allo Ionio: Papasso chiede un finanziamento da 10 milioni di euro a Occhiuto per l’acquedotto e le reti di Marina di Sibari.

Cassano allo Ionio: Papasso chiede un finanziamento da 10 milioni di euro a Occhiuto per l’acquedotto e le reti di Marina di Sibari.

Il Sindaco Giovanni Papasso ha scritto al Presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto chiedendo un finanziamento di 10 milioni di euro per l’acquedotto e le reti di Marina di Sibari. La lettera fa seguito all’incontro che s’era tenuto nel giugno dello scorso anno in cui si discusse dei tanti problemi che attanagliano il Comune di Cassano All’Ionio.

«In particolare – spiega nella missiva il sindaco Giovanni Papasso – il nostro colloquio si è concentrato sulla questione riguardante le problematiche che interessano l’importante villaggio turistico di Marina di Sibari e, nello specifico, dell’annoso problema riguardante la potabilità dell’acqua».

Nel corso degli ultimi anni, tante sono state le opere realizzate per rilanciare il villaggio turistico rispetto al degrado in cui purtroppo era caduto, investendo notevolissime somme e spesso attingendo al bilancio comunale.  Per quanto concerne l’acquedotto, è stato completamente ricostruito l’impianto di potabilizzazione, investendo la somma di circa 500mila euro.

«Pertanto – specifica Papasso – l’acqua che viene emunta dai pozzi con l’impianto di potabilizzazione è assolutamente potabile. Accade, però, che immessa nella rete di distribuzione a causa della vetustà e l’inidoneità della stessa diventa inutilizzabile per qualsiasi uso umano.

Una cosa orribile che provoca una vibratissima protesta da parte dei cittadini proprietari di abitazioni nel villaggio. Alle proteste si aggiunge il gravissimo danno per la salute pubblica.

Il villaggio turistico si compone di circa 2500 villette, più alcuni villaggi turistici, e durante la stagione estiva si conta una popolazione residente di circa 20.000 persone. Anche la rete fognaria è obsoleta e determina grossissime disfunzioni, soprattutto, durante la stagione estiva.

Il villaggio turistico, inoltre, non è dotato della rete della raccolta delle acque bianche, infatti, spesso si allaga completamente a causa della copiosa pioggia».

Di recente, grazie al “Fondo concorsi progettazione e idee per la coesione territoriale”, presso l’Agenzia per la coesione territoriale, Cassano ha ottenuto un contributo di circa 72mila euro da utilizzare per la messa a bando di premi per l’acquisizione di proposte progettuali.

Somma spesa per la redazione del Progetto – approvato poi con regolare Delibera di Giunta – di Fattibilità Tecnica ed Economica dell’intervento denominato “Riqualificazione Opere Di Urbanizzazione Primaria Villaggio Marina Di Sibari”.

«La somma necessaria per la realizzazione del progetto – conclude il sindaco nella lettera – è di 10 milioni di euro. Nell’incontro del 30 giugno scorso ho trovato il Presidente Occhiuto sensibile all’argomento e disponibile ad aiutare il Comune di Cassano per risolvere un problema annoso, grave e di straordinaria importanza che riguarda la qualità della vita e la salute. Se le condizioni del villaggio dovessero continuare a rimanere nello stato in cui si trovano, sicuramente in un futuro che ritengo assolutamente prossimo, molto probabilmente, dovremmo ordinarne la chiusura per carenze igienico – sanitarie e di pericolo per la salute pubblica. Pertanto, la prego di finanziare lo studio di fattibilità approvato al fine di realizzare tutte le opere essenziali in esso previste per il rilancio del villaggio turistico e fondamentali, soprattutto, per la tutela della salute dei cittadini».

Lascia un commento