La Calabria all’ultimo posto nella diagnosi degli studenti con DSA all’interno delle Scuole

La Calabria all’ultimo posto nella diagnosi degli studenti con DSA all’interno delle Scuole

Ne parleremo tra poco insieme a Teresa D’ Andrea, presidente dell’Associazione PotenziaMenti O.D.V.

Mentre in tutta Italia si celebra la “settimana della dislessia”, il Ministero dell’Istruzione pubblica i dati sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), che vedono la Calabria all’ultimo posto nella diagnosi degli studenti con DSA all’interno delle Scuole.
Secondo i dati sarebbero circa 10.000 gli studenti  calabresi ai quali non viene garantito il diritto allo studio poichè non hanno mai ricevuto una diagnosi di DSA.Di fatto le statistiche delle regioni più virtuose attestano che i DSA interessano mediamente il 5% della popolazione scolastica mentre in Calabria si registra una percentuale del 1.6%.

Ma cosa fanno le Istituzioni calabresi per fare fronte ad un fenomeno che mina alla base il successo formativo dei nostri giovani? Poco o nulla, gli interventi in materia di DSA sono lasciati all’autonomia delle Scuole e alla sensibilità e formazione dei singoli docenti, con conseguente diffusione a “macchia di leopardo” di quelle pratiche necessarie a fare emergere le difficoltà degli studenti.

Nessuna azione finalizzata ad attivare misure concrete per contrastare tale fenomeno nelle scuole calabresi e potenziare i servizi deputati alla diagnosi.

Nessuna notizia diffusa e/o campagna di comunicazione su larga scala, volta a informare le famiglie su tale argomento.

E mentre si attende che qualcosa possa accadere i numerosi studenti definiti “intelligenti ma poco volenterosi”, vengono schiacciati dalle frustrazioni scolastiche e vanno ad ingrossare le fila di quelli che decidono di interrompere precocemente gli studi.

Tale incauta cecità da parte delle Istituzioni, non fa presagire nulla di buono.

A tentare di fare fronte all’emergenza DSA sono chiamati gli Enti del Terzo Settore, che, anche in questo caso, agiscono nei limiti delle proprie risorse.

In tale quadro si inseriscono due eventi che si svolgeranno a Cosenza in questa settimana.

L’appuntamento di venerdì 7 ottobre 2022 è nel cuore della città a Piazza Kennedy. Dalle ore 15.00 in poi, le associazioni Potenziamenti, AID e AGAPE con il supporto degli studenti del Polo Tecnico Scientifico “Brutium” di Cosenza, attiveranno un info point per diffondere materiale informativo e didattico oltre a condurre una piccola indagine pilota sulla conoscenza dell’argomento DSA nella popolazione.

Altro evento il programma per sabato 8 ottobre 2022 alle ore 16.30 è quello organizzato dall’AID a Rende presso il BV President Hotel in Via Alessandro Volta 47/49. L’evento sarà incentrato sull’adulto con DSA: dalla diagnosi in Calabria, al percorso universitario, alla normativa, all’orientamento e infine all’impatto dei DSA nel mondo del lavoro.Approfondimenti:
https://www.miur.gov.it/web/guest/-/i-principali-dati-relativi-agli-alunni-con-dsa-anni-scolastici-2019-2020-2020-2021

https://www.aiditalia.org/it/dislessia-che-fare#:~:text=I%20Disturbi%20Specifici%20dell’Apprendimento%20(DSA)%20sono%20disturbi%20del,con%20l’inizio%20della%20scolarizzazione.

Cosa sono i Disturbi Specifici dell’Apprendimento
Il    termine    DSA    si    riferisce    a    disturbi    delle    abilità    scolastiche caratterizzati    da    una significativa    difficoltà    nell’acquisizione    di    abilità    di    lettura,  scrittura    e    calcolo    che  interferiscono  con  il  normale  funzionamento  del  soggetto.

Carattere  fondamentale  dei  DSA  è  la  specificità:  si  tratta  infatti  di  disturbi  che interessano uno  specifico  dominio  di  abilità  in  modo  significativo,  ma circoscritto, lasciando  intatto  il funzionamento intellettivo generale.

La  dislessia  è  una  difficoltà  che  riguarda  la  capacità  di  leggere  e  scrivere  in  modo  corretto  e fluente.

Leggere e scrivere sono considerati atti così semplici e automatici che risulta difficile comprendere la fatica di un bambino dislessico.
Oltre alla dislessia anche i disturbi definiti come: disgrafia (cattiva grafia), disortografia (frequenti errori ortografici),  discalculia (difficoltà nel calcolo), sono Disturbi Specifici dell’Apprendimento.
In genere il disturbo si manifesta nel momento in cui il bambino impara a leggere e a scrivere. I segnali più frequenti, che devono far pensare alla presenza di dislessia, fanno la loro comparsa già nei primi anni di scuola.

Associazione PotenziaMenti “2022 anniversario 10 anni” 

Via Kennedy, 75 – 87036 Rende (CS)
Tel 0984 40 85 17  –  345 77 44 088
potenziamenti@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *