Cosenza: attività pomeridiane gratuite rivolte ai minori fragili dell’area urbana

Cosenza: attività pomeridiane gratuite rivolte ai minori fragili dell’area urbana

Da oggi, lunedì 12 settembre, alla Città dei Ragazzi di Cosenza, sono aperte le iscrizioni alle attività ludiche ed educative previste dal progetto “Edu-factoring” promosso dalla cooperativa Don Bosco e selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

 

 

Ai laboratori possono partecipare, oltre che gli alunni delle due scuole partner (l’Istituto comprensivo Gullo di Cosenza e l’Istituto comprensivo di Mendicino), anche i bambini e le bambine e i ragazzi e le ragazze residenti nell’area urbana, con età compresa tra i 6 e i 14 anni, con reddito familiare ISEE inferiore a 12 mila euro o che si trovano in condizioni di particolare fragilità, segnalati dagli uffici welfare dei comuni dell’area urbana o dalle stesse scuole partner.

 

Le attività del progetto (didattica STEM e tutoring scolastico, laboratori di arte, lettura, educazione alimentare, scienza, comunicazione, multimediali ed attività motoria), gratuite per chi è in possesso dei requisiti richiesti, si svolgeranno nel pomeriggio e partiranno lunedì 19 settembre.

 

Le iscrizioni potranno essere effettuate lunedì 12 settembre e martedì 13 settembre presso la segreteria della struttura (ingresso via Panebianco), dalle 9 alle 13 e dal 14 settembre in poi, dalle 15.30 alle 18.30.  Per le stesse sarà necessario essere muniti di un valido documento di riconoscimento e di una copia dell’attestazione ISEE.

 

Le azioni del progetto non interessano esclusivamente i minori. È in programma, infatti, la terza edizione della “scuola genitori” ed è già attivo lo sportello di orientamento al lavoro e alle misure di sostegno al reddito per le famiglie. Fervono anche i preparativi per i percorsi didattici riservati alle scuole primarie e secondarie di primo grado, che prenderanno il via a partire dal mese di ottobre e interesseranno la struttura in orario antimeridiano.

 

Il progetto si realizza grazie alla partecipazione di una rete forte ed eterogenea di cui fanno parte, oltre alla capofila Don Bosco, la Cooperativa delle Donne e TECA Srl, l’Università della Calabria, 3D Research Srl, ALP Formazione & Comunicazione, associazione “Tagesmutter – I nidi delle mamme”, Associazione per la Ricerca Sociale, Konsumer Provincia Cosenza, ResponsabItaly, associazione Sostegno Amico e le due scuole sopra citate.

Per informazioni si può contattare il numero di telefono 379.2473292 oppure scrivere a edufactoringcs@gmail.com.

 

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *