Luce e gas, stop ai contratti al telefono

Luce e gas, stop ai contratti al telefono

LʼAntitrust dice no ai contratti al telefono per luce e gas, il consenso a voce non basta, e si avvicina il momento in cui potremo liberarci della pioggia di telefonate moleste degli operatori anche sui cellulari.

Con la pandemia le chiamate dei call center sono aumentate del 20%. Lʼiscrizione al registro delle opposizioni che consentiva di bloccare le chiamate fastidiose sui numeri fissi, da luglio sarà attiva anche per i telefonini.

Oggi un contratto per le utenze di luce e gas stipulato al telefono è perfettamente valido dal momento dell’accettazione della proposta ma le cose stanno cambiando: servirà il consenso per iscritto.Il presidente dell’Antitrust, Roberto Rustichelli, in audizione alla Commissione parlamentare d’inchiesta sulla tutela dei consumatori e degli utenti ha auspicato che “il vincolo contrattuale sorga solo a seguito della conferma dell’offerta, da parte del consumatore, per iscritto”.

Per le associazioni dei consumatori si tratterebbe di “una svolta epocale”.

tgcom24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *