Ferragosto di controlli sulle strade dell’Alto Tirreno Cosentino: arrestato un borseggiatore.

Ferragosto di controlli sulle strade dell’Alto Tirreno Cosentino: arrestato un borseggiatore.

Un fine settimana particolarmente movimentato quello appena trascorso sulla fascia costiera tirrenica, compresa tra i comuni di Tortora e Bonifati, considerato l’importante afflusso di turisti che hanno raggiunto le mete di mare in occasione del ferragosto.

Le attività di presidio del territorio dell’Alto Tirreno Cosentino, poste in essere dai Carabinieri della Compagnia di Scalea, hanno visto l’impiego di numerose pattuglie lungo le arterie principali della dorsale tirrenica nelle diverse fasce orarie delle giornata, con particolare riguardo all’arco notturno.

Nel corso del weekend di ferragosto sono stati controllati 180 mezzi di locomozione, di cui 2 sequestrati e 6 sottoposti a fermo amministrativo, e 280 le persone identificate, 25 le contravvenzioni al C.d.S. contestate e 4 patenti ritirate, 83 gli esercizi commerciali controllati, di cui 3 locali della c.d. movida sanzionati per aver violato le restrizioni per contrastare la diffusione del covid-19, 2 i denunciati per porto abusivo di oggetti atti ad offendere ed 1 per aver disatteso le disposizioni inerenti il suo status di arrestato domiciliare, 2 i giovani segnalati alla Prefettura di Cosenza quali assuntori di sostanze stupefacenti poiché sorpresi con modiche quantità di hashish e marijuana.

Il dispositivo ha visto i militari impegnati nell’arco di tutto il weekend in specifici servizi nei luoghi della movida e lungo le principali arterie stradali. Nel medesimo contesto, sono state poste in essere una serie di attività volte alla verifica del rispetto delle misure disposte nell’attuale periodo di emergenza sanitaria, nonché alla tutela dei minori da fenomeni legati all’abuso di bevande alcoliche, mediante controlli mirati volti a prevenire e contrastare tale fenomeno.

Numerose le pattuglie dislocate lungo le maggiori arterie stradali dove sono stati eseguiti diversi posti di controllo per la verifica del rispetto delle norme del codice della strada. Mediante l’ausilio di apparecchiatura etilometrica è stato possibile anche accertare l’eventuale guida in stato di ebbrezza alcolica.

Ed è proprio dall’attività di prevenzione che è maturato l’arresto di un 40enne pregiudicato di Castrovillari, in vacanza a Praia a Mare, per furto aggravato. L’uomo, nella tarda mattinata di giovedì 12 agosto 2021, aggirandosi tra le vie cittadine di Praia a Mare, avvedutosi della presenza di una borsa all’interno dell’abitacolo di un’autovettura in sosta, ha frantumato il finestrino dell’automobile asportando il manufatto adagiato sul sedile. L’azione delittuosa, però, non è passata inosservata ai passanti che hanno subito allertato i Carabinieri.

Il castrovillarese, cosciente del fatto di essere stato scoperto, inizia una fuga per le vie limitrofe al luogo del fatto perdendo, nella circostanza, il suo telefono cellulare. Pertanto i Carabinieri, giunti nell’immediatezza sul posto, hanno analizzato il telefono cellulare del malfattore e sono giunti alla sua identificazione. Lo stesso, rintracciato dopo alcuni minuti, è stato trovato con ancora nella sua disponibilità la refurtiva che è stata, successivamente, riconsegnata alla vittima.

Informata la Procura della Repubblica di Paola, il D.B. D. è stato dichiarato in arresto, convalidato nel corso dell’udienza, svoltasi venerdì 13 agosto 2021, presso il Tribunale di Paola in cui è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. presso i Carabinieri di Castrovillari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *