Russo, Cisl Calabria: auguri di buon lavoro al nuovo Presidente di Anci Calabria, il Sindaco di Rende Marcello Manna

Russo, Cisl Calabria: auguri di buon lavoro al nuovo Presidente di Anci Calabria, il Sindaco di Rende Marcello Manna

“Da un confronto aperto e costruttivo tra istituzioni e parti sociali possono nascere buoni frutti. Agire in una visione strategica di programmazione: l’esempio della depurazione”

«Rivolgo un caloroso augurio di buon lavoro al nuovo Presidente di Anci Calabria, il Sindaco di Rende Marcello Manna – scrive in una nota il Segretario generale della Cisl calabrese, Tonino Russo –, per l’importante compito di coordinamento e di sintesi che lo attende, su un fronte in cui giorno dopo giorno si affrontano sfide spesso determinanti per il futuro delle nostre comunità.

In questa fase, in particolare, i sindaci sono chiamati a confrontarsi anche con l’impatto delle conseguenze della pandemia nel territorio sul piano economico e sociale. Sono certo che il Presidente Manna sarà disponibile al dialogo con le organizzazioni sindacali per tutto ciò che – dall’utilizzo delle risorse del Pnrr all’organizzazione dei servizi, dalla tutela dei posti di lavoro alle politiche attive a livello comunale e alla valorizzazione delle grandi risorse di cui la Calabria dispone – potrà costituire occasione per operare scelte condivise sulle priorità nelle politiche a favore dei cittadini.

Da tempo, ad esempio, la Cisl calabrese ripropone l’appello per un CIS “Mare Pulito”, un Contratto Istituzionale di Sviluppo che permetta di agire in una visione strategica di programmazione e realizzare progetti collegati che dotino i nostri territori delle infrastrutture necessarie alla depurazione delle acque. Uno strumento utile a far convergere le esigenze del territorio e le opportunità di crescita, necessario per tutelare l’ambiente e valorizzare il nostro mare e il turismo, per affrontare in maniera coordinata e definitiva le criticità che mettono a rischio la fruizione piena degli 800 km di coste calabresi. Una scelta che avrebbe ricadute occupazionali molto significative distribuite in tutti i Comuni.

Sono convinto che da un confronto aperto e costruttivo tra istituzioni e parti sociali possono nascere molti buoni frutti. Un grande in bocca al lupo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *