Rende, attività di ristorazione possono richiedere nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico

Rende, attività di ristorazione possono richiedere nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico

In linea con le disposizioni governative, sarà prorogata inoltre, sino al 31 dicembre la sospensione della TOSAP, oltre ad essere riconfermate le agevolazioni TARI

“Parte da Rende l’iniziativa volta a rilanciare l’economia locale, abbiamo approvato atto d’indirizzo che disciplinerà l’occupazione di suolo pubblico da parte delle attività di ristorazione permettendo così ai gestori di utilizzare gli spazi esterni.
Una iniziativa che abbiamo pensato opportuna per sostenere chi è stato maggiormente colpito dalla crisi. La necessità di dover adottare da parte degli operatori commerciali misure di contenimento che impongono obblighi in materia di distanziamento e di utilizzo dei dispositivi di sicurezza ci ha spinti ad attivare azioni che non alimentassero ulteriori elementi di criticità per il riavvio delle attività commerciali, ma facilitassero invece l’adozione di misure compensative per incoraggiare la ripresa delle attività, senza ulteriori carichi sia in termini di adempimenti burocratici che fiscali.
Una procedura snella quella per richiedere gli spazi pubblici, basterà compilare un modulo in modo da consentire, ove compatibile con le specifiche condizioni del sito, l’nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico Le domande di nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico con tavolini, sedute e ombrelloni o di ampliamento delle superfici già concesse per lo stesso tipo di occupazione, possono prevedere un’estensione complessiva dello spazio occupato nella misura massima del 200% della superficie commerciale disponibile all’interno del locale regolarmente autorizzato, se lo stato dei luoghi lo consente.
Oltre alle attività di ristorazione, anche le farmacie, in vista del prossimo accreditamento per la somministrazione dei vaccini anti Covid, potranno farne richiesta e sarà consentita l’installazione, per la sola durata del periodo di emergenza sanitaria, di strutture modulari rimovibili da adibire a spazi per la somministrazione del vaccino, anche occupando suolo pubblico qualora lo stato dei luoghi lo consenta.
In linea con le disposizioni governative, sarà prorogata inoltre, sino al 31 dicembre la sospensione della TOSAP, oltre ad essere riconfermate le agevolazioni TARI, ogni iniziativa volta a sostenere l’economia locale deve essere presa.
È arrivato il tempo di ripartire: Rende è pronta a riscrivere il proprio futuro.
L’avviso è disponibile online sull’albo pretorio del comune e le istanze dovranno essere inviate mediante PEC all’indirizzo protocollo.rende@pec.it, con allegata una planimetria dell’area interessata dall’occupazione (anche semplicemente individuata su una carta geografica ricavata dai più comuni servizi disponibili in internet) a firma del titolare del pubblico esercizio, in deroga al decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2010, n. 160, senza l’applicazione dell’imposta di bollo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642″.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *